Tecnologia GOLDD

GOLDD è l’acronimo di Geometrically Optimized Large Drift Detector. I modelli di analizzatori Niton contrassegnati con questa sigla utilizzano una sofisticata tecnologia per la realizzazione del rilevatore (detector) in grado di aumentare in modo considerevole la precisione e la velocità di analisi e nel contempo di ridurre i limiti inferiori di rilevabilità. Questo tipo di rilevatore ha una capacità di acquisizione dei segnali 10 volte maggiore rispetto ai tradizionali detector SI-PIN ed è 3 volte più preciso a confronto dei convenzionali drift detector.

Schema-ottimizzazione-geometria

Gli analizzatori Niton dotati di questa tecnologia sono in grado di rilevare elementi leggeri sino al Mg-Magnesio senza utilizzare un sufflaggio ad elio o sistemi di creazione del vuoto. La superficie più ampia del rilevatore unità alla capacità dell’elettronica per esso appositamente realizzata porta l’analizzatore a poter processare e analizzare oltre 180.000 eventi al secondo.

 

Schema-ottimizzazione-potenza-tubo

Grazie alla capacità analitica del GOLDD detector è possibile inoltre aumentare la tensione di eccitazione emessa dalla sezione radiogena. Essendo l’intensità di eccitazione esponenzialmente legata alla tensione di esercizio della sezione radiogena, l’aumento del 25% di quest’ultima porta ad un decisivo miglioramento analitico dell’analizzatore non raggiungibile con un equivalente aumento della corrente.